Going back to work: ripartire da sé
Going back to work: ripartire da sé

Going back to work: ripartire da sé

Da oltre 100 anni la Sede Centrale LILT promuove progetti ed iniziative rivolte alla prevenzione delle malattie oncologiche, la cui diffusione riguarda sempre più individui e in fasce d’età più basse rispetto al passato. Stando ai dati diffusi dall’ultimo rapporto dello IARC, pubblicato il 27 Gennaio scorso, rispetto al 2020, nel 2022 le diagnosi di tumore sono aumentate dell’1,4% per la popolazione maschile e dello 0,7% per quella femminile.

Sono 3,6 milioni i lungo-sopravviventi che vivono in Italia

Al contempo, grazie all’adozione di stili di vita più sani, agli screening e il progresso dei farmaci chemioterapici, è aumentato anche il numero di persone che sopravvive alla malattia. Si stima che solo in Italia vi siano circa 3,6 milioni di lungo-sopravviventi – coloro che dopo una diagnosi superano la malattia oncologica – e sono una popolazione in aumento. Ad oggi, circa 6 pazienti su 10 – sempre in Italia – superano la malattia oncologica diventando lungo-sopravviventi e si stima che circa il 35% di essi abbia un’età compresa tra i 40 e i 64 anni.

Dopo la malattia il rientro sul luogo di lavoro è spesso difficile

Sono persone che vorrebbero riprendere la loro vita lì da dove si è fermata, quando è stata loro diagnosticata la neoplasia e per tutti sono diventati malati oncologici. Tuttavia, e nonostante il quadro clinico, molti di essi faticano a reinserirsi di nuovo nella società. In un recente studio condotto dall’Associazione degli Onconauti, è emerso come il 42% dei lungo-sopravviventi abbia riscontrato difficoltà nel reinserimento lavorativo a causa di sintomi fisici e psichici e il 3% delle donne non abbia ripreso l’attività lavorativa a causa di comportamenti discriminatori.

Il Progetto e il percorso per ripartire da sé

L’obiettivo di questo progetto e delle associazioni che lo promuovono è quello di accompagnare chi, dopo la guarigione dalla malattia oncologica, ed entro un anno, abbia ricominciato a lavorare, desidera ritrovare il proprio benessere psico-fisico, attraverso un percorso personalizzato di attività con un équipe di professionisti del settore sanitario.

Il Progetto, co-finanziato dai fondi 5×1000 della Sede LILT Nazionale, e che prevede la partecipazione ad una survey che in futuro aiuterà altri malati oncologici a ritrovare la condizione ottimale per riprendere la vita sociale e lavorativa al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.